I sintomi di Gravidanza

L’AMENORREA

L’amenorrea (assenza delle mestruazioni) è il segno più importante e significativo di un’iniziale gravidanza, soprattutto se il tuo ciclo è sempre stato regolare e hai avuto rapporti nel periodo fertile.

 

In circa il 6-7% di tutte le donne gravide si possono invece manifestare perdite ematiche che simulano una mestruazione, ma che generalmente è una perdita ematica causata dall’annidamento dell’embrione nell’utero.

 

Più raramente le perdite ematiche assumono un carattere ritmico simil-mestruale. (che alcune donne chiamano entratura di mese).

 

IL TURGORE MAMMARIO

È questo un segno molto confondibile con il classico turgore premestruale.

 

Il turgore mammario può manifestarsi anche con molti giorni d’anticipo dal giorno della mancata mestruazione.

 

E poi con il procedere delle prime settimane il seno potrà ingrossarsi, e diventerà sempre più turgido e teso per l’azione del progesterone, a volte potrà darti un po’ di dolore e irritabilità ai capezzoli.

 

Potrai notare che le vene delle mammelle sono più evidenti.

 

L’areola mammaria potrà diventare più scura e sulla sua superficie potranno comparire dei piccoli rilievi, sono i tubercoli del Montgomery, delle particolarissime ghiandole che quando allatterai secerneranno una sostanza lubrificante e disinfettante.

 

LA PESANTEZZA ADDOMINALE

È un sintomo molto vago poco distinguibile dalla sintomatologia premestruale.

 

Potrai avvertire un po’ di tensione addominale, pesantezza, gonfiore, dovuto ai primissimi cambiamenti ormonali che si sviluppano con l’impianto.

 

LA STITICHEZZA

Se sei sempre stata regolare, potrai osservare un po’ di stitichezza anche prima della data presunta dell’arrivo del ciclo mestruale.

 

LA STANCHEZZA

È un sintomo molto comune e può far sospettare un’iniziale gravidanza, soprattutto se la stanchezza arriva inaspettata e stravolge le vostre abitudini quotidiane (non riuscite a vedere la fine di un film, vi addormentate dopo cena).

 

LA SENSIBILITA’ AGLI ODORI

È possibile che inizialmente un odore particolarmente gradevole o che eravate abituate a sentire vi dia improvvisamente fastidio, vi possa dare una sensazione di disgusto e/o di nausea.

 

Magari li per lì non ci fate caso, ma una volta accertata la gravidanza potrete collegare quell’episodio proprio al vostro nuovo stato.

 

LA NAUSEA

La nausea e il vomito sono due tra i sintomi di gravidanza più comuni e frequenti, pensate che più o meno il 50% nelle future mamme ne soffre.

 

Per alcune donne la nausea è, addirittura, il primo segnale della gravidanza, avvertito ancora prima della mancata mestruazione

 

LA FREQUENZA AD URINARE PIU’ SPESSO

È questo un sintomo molto frequente nelle donne incinte che si può manifestare già alcuni giorni prima della mancata mestruazione.

 

AUMENTO DELLA TEMPERATURA

La persistenza dell'innalzamento della temperatura basale (valore prossimo ai 37° C) dalla seconda metà del ciclo ad oltre il periodo di concomitanza della mancata mestruazione, è un segnale costante dell'avvenuto concepimento.

 

Tale modalità di riscontro è comunque possibile solo se la temperatura è monitorata dall'inizio del ciclo.

 

E' la persistenza del corpo luteo dopo il concepimento, con la  conseguente aumentata secrezione di Progesterone, a mantenere leggermente più alta la tua temperatura corporea.

 

 

 

 

 

 

 

La gravidanza quindi modifica il tuo corpo e lo prepara ad accogliere una nuova vita.

 

Tutti gli organi, i tessuti e il sistema ormonale hanno bisogno di un po' di tempo per adattarsi al nuovo stato.

 

Quando l’uovo fecondato si annida nell’utero alcune delle sue cellule entrano nel sistema circolatorio materno.

 

Poiché la metà del patrimonio genetico dell’embrione deriva dal padre, il sistema immunitario materno riconosce la presenza di cellule "estranee”.

 

Per questo motivo deve mettere in atto un delicato processo d’adattamento che spiega perfettamente gli "strani" malesseri della futura mamma, il tuo corpo si deve abituare alla nuova condizione di mamma.

 

La maggior parte dei sintomi di gravidanza possono trasformarsi in disturbi.

 

La maggior parte di questi disturbi scompare dopo i primi tre mesi.

Altri invece possono continuare per tutti i nove mesi.

 

Se però questi malesseri si verificano con elevata frequenza o particolare intensità, è bene parlarne con il proprio medico.

 

 

D.ssa Raffaella Agosti

Ostetrica

Moderatrice del Forum Gravidanza

 

 

 

 

D.P.P.
Data Presunta Parto

 

Calcola la durata della gravidanza con il regolo ostetrico

 

 

Regolo ostetrico

Calcola la data presunta del parto e del concepimento con il regolo ostetrico.